Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra azienda in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie clicca qui.

OGGI PARLIAMO DI

contraccezione, gravidanza, menopausa

Gli errori più frequenti nella cura della propria igiene intima

20 luglio 2017

E' molto importante prendersi cura delle parti intime in modo corretto, onde evitare il rischio di infezioni o irritazioni. Tuttavia, per fare ciò è fondamentale seguire dei semplici ed utili accorgimenti ed evitare alcuni errori che per quanto possano essere banali sono in realtà molto comuni.
Prendersi cura della propria igiene intima è fondamentale per tutte le donne, poiché il rischio di infezioni vaginali è molto elevato.
Molto spesso però si è totalmente sicure di svolgere queste operazioni in modo adeguato, ma non ci si rende conto che si possono commettere dei gravi errori, soprattutto nei periodi delicati, ovvero quando le difese immunitarie sono basse. E' proprio in queste circostanze che è indispensabile proteggersi al meglio e prevenire l'insorgere di patologie.

Lavaggi frequenti

Alcune persone non possono fare a meno di lavarsi frequentemente e utilizzare il bidet più volte al giorno. In realtà la troppa igiene non fa affatto bene, al contrario può far male. La detersione eccessiva delle parti intime può causare un'alterazione del pH vaginale, in base anche al tipo di prodotti che viene utilizzato.

Eseguire un lavaggio scorretto

Un errore comune è quello di effettuare dei movimenti sbagliati, infatti durante il lavaggio delle parti intime è consigliabile eseguire un movimento dall'alto verso il basso e non viceversa, onde evitare eventuali contaminazioni con la zona anale.

Utilizzare prodotti aggressivi

Un altro sbaglio molto frequente è quello di utilizzare dei prodotti non adeguati e particolarmente aggressivi per le proprie parti intime, che possono essere responsabili dell'alterazione del pH vaginale. Per questo motivo è consigliabile prediligere sempre dei prodotti delicati ad azione lenitiva.

Esagerare con le lavande vaginali

Esattamente come i lavaggi frequenti, anche l'utilizzo eccessivo di lavande vaginali può fare più male che bene. Col passare del tempo, usare frequentemente questi prodotti durante l'arco della giornata può incidere sulla salute delle parti intime fino a provocare irritazioni o secchezza.

Non asciugarsi nel modo giusto

Sono tantissime le persone che dopo aver deterso le parti intime tendono ad asciugarsi senza rendersi conto di commettere degli errori per la salute della pelle. L'asciugatura è infatti un procedimento molto delicato, poiché potrebbe provocare fastidiosi arrossamenti o irritazioni. Ciò scaturisce proprio dall'umidità che può favorire la formazione di batteri. A tal proposito è fondamentale asciugarsi correttamente tamponando leggermente le parti intime ed evitare lo sfregamento.

Scegliere stoffe sintetiche

Dopo aver deterso le parti intime non è affatto da sottovalutare la scelta dell'intimo da indossare. Infatti, prediligere i tessuti sintetici non è affatto indicato, poiché non lasciano traspirare la pelle e possono contribuire alla formazione di batteri ed infezioni micotiche. Per questo motivo sono particolarmente indicati i tessuti di cotone, meglio se lavati ad alte temperature per ottenere una corretta igienizzazione.

Tenere il costume bagnato addosso per lungo tempo

Infine, un errore particolarmente diffuso nel periodo estivo dopo aver fatto il bagno al mare o in piscina è quello di restare con il costume bagnato per molto tempo. In realtà si tratta di un'abitudine da non sottovalutare, poiché l'umidità dell'indumento bagnato può provocare l'insorgere di sintomatologie, in particolare alle vie urinarie, come ad esempio la cistite. A causa di ciò è buona norma portare sempre con sé un altro costume, in modo tale da asciugarsi adeguatamente e cambiarsi quando è necessario.

Condividi l'articolo
Leggi anche di: salute prevenzione benessere

PER TE