Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra azienda in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie clicca qui.

OGGI PARLIAMO DI

contraccezione, gravidanza, menopausa

Cibi per prevenire il raffreddore

08 novembre 2016

La bella stagione estiva ci ha lasciati da poco, cedendo il posto a temperature piuttosto rigide, accompagnate da un cielo nuvoloso, pioggia incessante e neve, in alcune zone, poco clemente. Spesso, come molti di voi sapranno, questi bruschi cambiamenti delle temperature vengono accompagnati dai primi malanni di stagione, tra cui per primo il raffreddore.
Ogni anno, infatti, siamo costretti ad accogliere l'inverno con un generico dolore alle ossa, mal di gola, dolore delle orecchie ma, quello che più infastidisce è il naso che cola, e nelle peggiori delle ipotesi, addirittura chiuso, che ci impedisce di respirare bene, soprattutto di notte, quando riposiamo.
È in queste circostanze che molti di noi ricorrono alle cure fai da te, sia nel tentativo di debellare questi malanni, sia nel tentativo di prevenirli. Purtroppo, però, si sa: se il ricorso ai farmaci può aiutarci a stare meglio, non bisogna mai esagerare, soprattutto se non si è sentito il parere del proprio medico curante.
Al contrario, possiamo prenderci cura di noi e dare del buon filo da torcere al nostro nemico raffreddore, facendo, per esempio, attenzione ai cibi che portiamo a tavola.

Rapporto cibo\ raffreddore

Recentemente studi medici hanno dimostrato ciò che già gli antichi avevano ipotizzato: c'è un legame tra la nostra alimentazione ed il nostro stato di salute. A riguardo, infatti, alcuni medici hanno dimostrato che esistono degli alimenti che possono aiutarvi a ridurre i sintomi del raffreddore e, meglio ancora, prevenirli.
Vediamone insieme alcuni.

L'aglio, come medicina del nostro organismo

Un vecchio detto di Ippocrate sosteneva che il nostro cibo sarebbe stata la nostra medicina e, dunque, la nostra medicina sarebbe potuta diventare il nostro cibo.
Nel recitare queste famose parole, Ippocrate faceva riferimento anche all'aglio. Adesso molti di voi storceranno il naso ma, in realtà, l'aglio è un potentissimo antibiotico naturale, antivirale e soprattutto antisettico.
L'aglio è abbastanza ricco di ferro, sali minerali e vitamine e per questo è in grado di poter contrastare efficacemente anche le forme più ostinate di catarro, febbre e malattie infettive.
Per poter usufruire dell'effetto basterà cuocere l'aglio e usarlo per profumare pietanze di pesce o verdure. Quanto al vostro alito, invece, non avrete di che preoccuparvi dal momento che l'aglio cotto diventa assolutamente inodore.
Mentre l'aglio è ricco di allicina, un altro potente alleato contro il raffreddore è la cipolla, che contiene flavonoidi. La cipolla, se consumata insieme ad alimenti ricca di vitamina C è in grado di debellare tutte le forme più ostinate di raffreddore.
Addirittura, secondo un'antica tradizione, posizionare mezza cipolla accanto al letto dell'ammalato potrebbe aiutare a velocizzare il processo di guarigione.

Altro alleato: gli agrumi

Nella lista dei cibi capaci di contrastare gli effetti del raffreddore figurano gli agrumi, da sempre rinomati per il loro alto contenuto di vitamina C.
È stato dimostrato che una costante assunzione di agrumi consente di prevenire la formazione di muco, lasciando praticamente libere le vie respiratorie.
Ed ancora, per i più curiosi, è bene sapere che recenti studi medici hanno dimostrato come l'assunzione di agrumi ed alimenti che contengono vitamina C, consentono di ridurre notevolmente la durata dei sintomi del raffreddore. Via libera, quindi a cachi, kiwi, arance, mandaranci poiché sebbene verrete colpiti da questo fastidioso malanno di stagione, potrete godere di una ripresa sicuramente più rapida, passando il minor tempo possibile a letto.
Dati alla mano, infatti, secondo alcuni test condotti in America, la regolare assunzione di vitamina C consente la riduzione del 18% della durata media del raffreddore nei bambini e dell'8% negli adulti.
Questo risultato è possibile poiché agrumi ed alimenti ricchi di vitamina C aiutano a rafforzare le difese immunitarie.
Quindi gli esperti suggeriscono di sostituire il cappuccino della mattina con un buon centrifugato a base di arance, pompelmo rosa e mandarini, alternandolo a quello di zenzero, rapa rossa e kiwi.

Latte: si o no?

Sui benefici del latte e dei suoi derivati, invece, il parere degli esperti è piuttosto contrastante.
A tutti coloro che affermano che la loro assunzione eccessiva potrebbe favorire la formazione di muco, però, recentissimi studi confermano l'apporto benefico dei latticini, i quali essendo ricchi di Vitamina A riescono a ridurre i danni del raffreddore. Ma è sempre corretto, non abusarne.

Tisane ed infusi

Altri ottimi alleati nella lotta al raffreddore, poi, ci sono le tisane e gli infusi in generale, che risultano essere molto utili poiché garantiscono una giusta idratazione del nostro organismo.
Tra le tisane più indicate in caso di raffreddore occorre menzionare quella di sambuco, che pare abbia effetti miracolosi.
I fiori di sambuco, infatti, hanno una funzione emolliente ed antinfiammatoria e, per queste loro proprietà, possono ridurre l'infiammazione della mucosa nasale, favorire la sudorazione e, quindi, aiutare anche nel caso di febbre.

Altri alimenti sì

Tra gli altri alimenti il cui consumo è indicato in caso di raffreddore, bisogna ricordare lo zenzero, efficace anche in caso di mal di gola, la lattuga e le verdure a foglia verde che fungono da ricostituenti.
Importante, infine, è anche l'assunzione di zuppe e minestre, cavoli, broccoli, spezie, frutti di bosco, brodo di verdura, uova e spinaci.

Condividi l'articolo
Leggi anche di: alimentazione salute

PER TE