Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra azienda in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie clicca qui.

OGGI PARLIAMO DI

contraccezione, gravidanza, menopausa

La prima visita ginecologica non avere paura

28 giugno 2017

Prima visita ginecologica: perché è importante

Bisogna considerare che molto spesso le donne vedono con un certo timore la visita ginecologica. A maggior ragione quando si tratta della prima che talvolta può determinare un forte senso di timidezza e di inibizione nei confronti di un medico specialista. Un aspetto che non bisogna dimenticarsi riguarda l'importanza della visita ginecologica. Coloro che la devono affrontare per la prima volta devono sapere che non è solamente una soluzione per scoprire eventuali patologie o anomalie del sistema riproduttivo. Ma si tratta di un modo efficace anche per capire come curare, ad esempio, l'igiene intima nella maniera più corretta possibile e tante altre corrette abitudini che andrebbero preferibilmente prese.
Ecco perché la prima cosa da tener presente è che non si tratta solamente di un controllo medico ma di una concreta possibilità di avere a che fare con un vero e proprio confidente a cui raccontare eventuali disturbi della riproduzione o comunque dell'apparato sessuale femminile.

Visita ginecologica: di cosa si tratta?

Troppo spesso le donne che affrontano per la prima volta la visita ginecologica hanno un certo timore legato soprattutto al non conoscere cosa avviene realmente durante essa. La visita ginecologica permette di valutare lo stato dei genitali esterni e di quelli interni. Motivo per cui per la salute della donna sarebbe bene fare un controllo periodico così da appurare eventuali malattie o problemi che vanno risolti a carico del sistema riproduttivo. Nel momento in cui bisogna sottoporsi ad una visita ginecologica per la prima volta è bene sapere che bisogna togliere gli indumenti intimi che coprono la vagina e sedersi su un apposito lettino. Questo è fatto in maniera tale da mantenere divaricate le gambe e fare in modo che il ginecologo possa effettivamente valutare lo stato della vagina. In questo modo è semplice osservare sia le parti esterne che quelle interne dell'organo riproduttivo femminile.

Approccio giusto con la prima visita ginecologica

La prima visita ginecologica determina sempre molta paura. Soprattutto se si considera che la prima va fatta sempre in età giovane, in maniera tale da scongiurare qualsiasi pericolo per la riproduzione di una giovane donna. Ecco perché diventa fondamentale innanzitutto un corretto approccio. Non bisogna vedere il ginecologo come una persona curiosa di violare la propria intimità. Questa sarebbe la cosa sbagliata da fare in quanto si parla di una figura. Approccio corretto vuol dire anche non farsi intimorire e magari ascoltare il parere di chi, soprattutto amiche strette o parenti, che hanno già effettuato questo tipo di visita. D'altronde solo così si ha la garanzia di sapere ciò a cui si va incontro senza alcun timore. Anche perché si tratta di una visita ottima per la salute di una donna.

La sincerità, elemento di grande tranquillità

Ciò che spesso determina senso di paura nelle donne che devono sottoporsi per la prima volta ad una visita ginecologica è la timidezza. Un aspetto fondamentale che permetterà di avere un bel rapporto col proprio ginecologo è quello della sincerità. Con questo vuol dire iniziare a vedere il medico come un confidente a cui si può raccontare qualsiasi cosa, anche quella che si pensa possa essere più scabrosa. Per un ginecologo conterà solamente garantire alle sue pazienti una totale tranquillità. Chi vuole vivere una prima visita ginecologica in tranquillità deve essere perciò schietto e onesto con il proprio ginecologo. Solo così il medico potrà valutare eventuali condizioni problematiche o di patologie.

Andare alla prima visita con persone di fiducia

Un altro elemento importante per tranquillizzare le donne che si stanno per sottoporre alla prima visita ginecologica riguarda la compagnia. Infatti non bisogna mai lasciarle da sole in quanto potrebbero andare incontro a situazioni di poca tranquillità e ansia che farebbero vivere male questa esperienza. Ecco perché è bene scegliere persone di cui ci si fida e a cui si possono raccontare tutte le preoccupazioni senza problemi. Puntare magari su qualcuno che abbia già vissuto una visita ginecologica potrebbe essere il modo giusto per stare tranquille. Per le più giovani anche la presenza di una sorella maggiore o di una mamma potrebbe essere il modo giusto per vivere in tranquillità la prima visita ginecologica. Basta semplicemente una compagnia per allentare quella tensione che tende ad accumularsi prima di una visita ginecologica. Non bisogna avere paura così da essere sicure di vivere questi controlli in maniera totalmente spensierata e senza doversi preoccupare dell'agitazione e dello stress.

Condividi l'articolo
Leggi anche di: prevenzione salute

PER TE