Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra azienda in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie clicca qui.

OGGI PARLIAMO DI

contraccezione, gravidanza, menopausa

Artrosi alla mano: le donne in post-menopausa sono più a rischio

20 luglio 2017

I sintomi più comuni dell'artrosi alla mano sono gonfiore, senso di rigidità all'articolazione, gonfiore ed arrossamento. Col trascorrere del tempo questi disturbi possono influenzare notevolmente lo svolgimento delle attività quotidiane e quindi rendere difficoltosa la propria autonomia, poiché ostacolano i movimenti. Occorre inoltre considerare che questa sintomatologia tende a manifestarsi maggiormente per le donne dopo la menopausa.

L'osteoartrite alla mano: di cosa si tratta

L'osteoartrite o artrosi alla mano è una malattia degenerativa che tende a peggiorare nel tempo. Si assiste ad un deterioramento delle cartilagini, ovvero delle membrane che hanno il compito di proteggere le ossa del corpo dal contatto, onde evitare che sfreghino e questo provoca un'alterazione della struttura ossea, nonché l'infiammazione della membrana. Quest'ultima, per funzionare correttamente, contiene un liquido lubrificante al suo interno, essenziale per evitare lo sfregamento durante i movimenti.

L'artrosi alla mano: i casi più a rischio

Da alcuni studi recenti è emerso che l'artrosi alla mano tende a colpire maggiormente le donne di razza caucasica, con chili in eccesso e che svolgono una vita sedentaria. La patologia tende a comparire intorno gli 80 anni e può manifestarsi sotto forma di vari sintomi. Da queste analisi è inoltre emerso che quattro persone su dieci potrebbero sviluppare questa sintomatologia. I soggetti predisposti a questa patologia sono in genere donne di razza bianca mentre per gli uomini il rischio di essere afflitti da artrosi alla mano è minore. A incidere sono inoltre i chili in eccesso e l'età avanzata. A influenzare l'insorgere del disturbo è lo stile di vita scorretto, in particolare la sedentarietà e un cattivo regime alimentare. Tuttavia, l'osteoartrite alle mani può colpire anche individui più giovani, in particolare le donne dopo la menopausa.

Quali sono i sintomi dell'artrosi alla mano

I sintomi dell'artrosi alla mano possono variare a seconda degli individui ed essere in forma lieve o più grave. I disturbi più comuni sono il gonfiore associato a dolore, rigidità articolare e arrossamento. In seguito al peggioramento di tale patologia, i movimenti risultano sempre più dolorosi e difficoltosi e possono anche causare una vera e propria disabilità nelle situazioni più gravi, a seconda della zona colpita. Oltre alla mano la malattia può infatti manifestarsi sulle vertebre lombari, sul ginocchio e sulle zone più sottoposte agli sforzi come i piedi. Il dolore può essere più o meno persistente a seconda delle articolazioni coinvolte. Secondo i ricercatori raramente si assiste ad un miglioramento.

Come prevenire l'artrosi alla mano

La migliore soluzione per prevenire l'insorgere di questa patologia è senza ombra di dubbio la giusta prevenzione, in quanto al giorno d'oggi non esistono ancora terapie adeguate che possano risolvere il problema. Occorre quindi adottare i migliori rimedi per prevenire la formazione di lesioni, mantenendo prima di tutto il proprio peso forma. Infatti, sono gli stessi ricercatori ad affermare che il peso svolge un ruolo fondamentale per la prevenzione di questa patologia, in quanto le persone obese o con chili in eccesso corrono un rischio maggiore di sviluppare la sintomatologia. La medicina viene comunque in aiuto alle persone affette dall'artrosi, le quali sotto consiglio del proprio medico, possono ricorrere a delle terapie farmacologiche, localizzate in grado di attenuare i fastidi. La maggior parte di queste cure sono composte da analgesici e antinfiammatori. Da non sottovalutare assolutamente è l'alimentazione, che deve essere sana ed equilibrata e deve basarsi principalmente su cibi ricchi di proprietà antiossidanti, vitamine e sali minerali. Quindi via libera ai cibi ricchi di Omega 3 come il pesce e a tanta frutta e verdura, prediligendo in particolare mirtilli, frutti rossi, broccoli, carote e cavolfiore, che sono una fonte essenziale di antiossidanti e vitamina C.

Condividi l'articolo
Leggi anche di: Menopausa disturbi

PER TE